“aumm aumm”

also read the English version of aumm aumm Famiglia Pieraccioni e Carlo Conti e Antonio Bertani

Nel nostro sito potrete trovare informazioni sulle nostre iniziative e le nostre attività. Approfondire meglio cosa facciamo e soprattutto cosa possiamo fare con voi e per voi.
Questo sito vi consentirà di conoscerci meglio e di entrare in qualsiasi momento in contatto con noi per ricevere maggiori informazioni.


Mi chiamo Antonio Bertani, dal 1970 in PIAZZA DEL GESU’ NUOVO. Con mia figlia FABIANA vendo giornali nazionali ed esteri, gadget e souvenir.
Sono innamorato della mia città ,al punto che,ho avuto l’ardire di comporre due canzoni su Napoli e di cantare,insieme ad amici arditi quanto me,nello stadio comunale di calcio,davanti a settantamila spettatori,poi ancora,alla presenza del Presidente della Repubblica,del Ministro della Pubblica Istruzione,ed ancora alla presenza di tutto il consiglio comunale di Napoli. Adesso,a voce bassissima,zitto zitto,piano piano,dolcemente e con tono particolarmente confidenziale ( a Napoli usiamo l’espressione “Aumm-Aumm”),vorrei soffermarmi nel motivo di fondo che mi ha spinto a realizzare questo sito. Mai come in quest’ultimi tempi,Napoli ha subìto una così cattiva stampa. Riconosco che la merita,perché molti suoi problemi ne fanno una città vivibile male e qualche volta addirittura invivibile.Di questa realtà soffro moltissimo,e con me tantissimi cittadini di ogni estrazione sociale e culturale.

Soffriamo perché siamo consapevoli che la “VERA-NAPOLI” non è quella di cui parlano spesso giornali e televisioni. I veri napoletani non sono quelli che quotidianamente forniscono materia prima alla cronaca nera. La “VERA-NAPOLI” e i veri napoletani sono come seppelliti sotto tante brutture e speriamo tantissimo che i pubblici amministratori finalmente riescano a rimuoverci da queste grandi angosce!

Quanti siano i napoletani che amando la loro città,vorrebbero vederla libera dalle forme più gravi di degrado,non so dirvi. Ma è gente che crede ancora nella famiglia sana,nel lavoro onesto,nella solidarietà disinteressata. Su questa realtà vissuta nel silenzio giorno dopo giorno,siamo immersi io ed i miei amici. Da essa traiamo la forza per dire a tutti che a Napoli,in piazza del Gesù Nuovo (Patrimonio sotto la tutela dell’UNESCO),vi è un amico,tantissimi altri amici,.e ancora tanti si uniranno a noi,amici  titolari di strutture alberghiere,di ristorazione,di abbigliamento,souvenir,di svago e così via. Loro,come noi,sono tutti pronti ad essere disponibili a trattamenti amichevoli,suggerimenti,consigli,pareri,insomma un aiuto tale da scoprire non il cuore dei napoletani ma una città,Napoli,che preconcetti fanno immaginare inesistenti e che invece esiste.

Sergio Castellitto davanti all’edicola di Antonio Bertani